OMIC ENG

Food

BACKGROUND

I consumatori si approcciano agli alimenti biologici con l’aspettativa di garanzia relativamente alla loro “naturalezza” e al loro valore nutrizionale ritenuto migliore rispetto ai prodotti convenzionali. In realtà non esistono informazioni scientificamente univoche e definitive. Inoltre, in questo contesto di incertezza, la diffusione di informazioni fallaci (“fake news”) rischia di disorientare i consumatori. In questo scenario, Lo sviluppo tecnologico a favore della tracciabilità degli alimenti biologici costituisce una frontiera chiave non solo per garantire la sicurezza alimentare ma anche per sostenere la fiducia dei consumatori verso la filiera stessa. 

 

In particolare, il recente sviluppo di approcci innovativi basati su moderne tecnologie analitiche (le cosiddette “scienze omiche” di seconda generazione) associate alla gestione di Big Data, risulta promettente sia per la tracciabilità sia per la valutazione della qualità nutrizionale dei prodotti biologici.  Se da una parte le tecnologie omiche risultano potenzialmente in grado di garantire una maggiore tutela del consumatore, dall’altra la loro adozione nei processi di certificazione del biologico potrebbe essere rifiutata dai consumatori perché percepita come un’intrusione della tecnologia all’interno di sfere importanti della vita dell’uomo quali la dieta e la salute (secondo il binomio “artificiale” vs “naturale”).

OBIETTIVI

Il progetto ambisce ad offrire un contributo di conoscenza circa la relazione tra esperienze, percezioni e dimensioni di fiducia del consumatore in ambito alimentare (“UMANESIMO”) e innovazione tecnologica relativa applicazione delle tecnologie omiche (“TECNOLOGIA”). Il fine ultimo è quello di generare spunti applicativi per orientare iniziative educative, volte a sostenerne una co-evoluzione virtuosa tra consumatore e tecnologie, a favore della tutela e della responsabilizzazione dell’uomo nelle scelte alimentari (“ENGAGEMENT”), dove la persona si rende protagonista dell’intermediazione della tecnologia nel riconfigurare la società e non la subisce passivamente (in linea con una visione antropologica che ne valorizza la natura umana e la centralità). In particolare, Il progetto intende avvalersi di una importante sinergia multi-disciplinare, inter-facoltà e inter-sede dell’Università Cattolica volta a valorizzare le diverse sensibilità e la varietà di espressione dell’uomo, con l’obiettivo di indagare la proponibilità delle tecnologie omiche come strumento per la tracciabilità degli alimenti biologici a tutela del consumatore e della costruzione di una relazione di fiducia (engagement) tra esso e il comparto agro-alimentare.

    Partner nazionali

    Partner internazionali

    Progetto sostenuto da 

    Team

    Guendalina Graffigna

    Guendalina Graffigna

    Coordinatrice del progetto - Università Cattolica del Sacro Cuore

    Mariarosaria Savarese

    Mariarosaria Savarese

    Ricercatrice di EngageMinds HUB - Università Cattolica del Sacro Cuore

    Serena Barello

    Serena Barello

    Ricercatrice di EngageMinds HUB - Università Cattolica del Sacro Cuore

    Linda Lombi

    Linda Lombi

    Edoardo Lozza

    Edoardo Lozza

    Paola Iannello

    Paola Iannello

    Esmeralda Capristo

    Esmeralda Capristo

    Federica Iavarone

    Federica Iavarone

    Luigi Lucini

    Luigi Lucini

    Maria Cristina Mele

    Maria Cristina Mele

    Silvia Persichilli

    Silvia Persichilli

    Giuseppe Riva

    Giuseppe Riva